Col cazzo in mano allo specchio